Tashkent

Tashkent è una delle più grandi città antiche dell’Asia centrale, celebra il suo 2.200 ° anniversario nel 2009 e oggi è la capitale della Repubblica dell’Uzbekistan. L’oasi di Tashkent si trova ai piedi occidentali del Tien Shan,lungo le sponde del fiume Chirchik, un immissario del Sir Daria. In alto, confina con il Kazakistan a nord. L’area è di 327,9 km². La popolazione permanente della città oggi supera i 3 milioni.

Questa citta ha una storia di mille anni durante quali é trasformata da una cittadella circondata dalle mura di fortificazione in una citta di fama mondiale che é diventata oggi la capitale della Republica. Nella sua storia la citta ha subito molti saccheggi e fioritura,decadenza e sviluppo. Piu volte la citta  é stata resa sottosuolo ed é stata ricostruita di nuovo. I scenziati e studiosi del del mondo musulmano come Xoja Ahror Valiy, Shayx Umar  Boghistoniy, Abu Bakir Shoshiy, Abu Sulaymon Banokatiy, Hofiz koyakiy hanno vissuto e hanno creato delle importanti opere scientifiche su questa terra

Le informazioni sulla lunga storia di Tashkent e sull’antica regione di Choch o Shosh, da lui fondata, si riflettono in varie fonti scritte. Nell’antico libro sacro zoroastriano, l’Avesta, il paese nel bacino di Syrdarya è chiamato Turon e la popolazione è chiamata Tur. Si dice che la città di Qangha (Qangha) fosse la residenza religiosa e politica degli anziani tribali delle tribù.

Il bacino del fiume Chirchik è una delle culle dell’antica cultura agricola e urbana dell’Asia centrale. Il centro di Tashkent è apparso sul suo territorio. Spostandosi da un luogo all’altro, il centro era conosciuto nell’antichità e nel medioevo come Chach o Shosh, e in seguito come Tashkent.

Il nome “Tashkent” è menzionato per la prima volta nelle opere di famosi studiosi del XII secolo: Abu Rayhan Beruni e Mahmud Kashgari. Beruni parla dell’origine del nome Tashkent nel suo libro “India”, e la parola “Tosh” è di origine turca e assume la forma Shosh. “Tashkent significa un villaggio roccioso“. La formazione e lo sviluppo della cultura urbana nell’oasi di Tashkent è un enorme processo storico nella vita socio-economica e culturale degli antichi pastori e contadini che vivevano nel paese. è indissolubilmente legato alla storia del commercio estero

Il quadro storico di questo processo è molto ampio e viene ricostruito attraverso più ricerche archeologiche che fonti scritte. Pertanto, i risultati degli scavi archeologici nel territorio di Tashkent completano e chiariscono le informazioni provenienti da fonti antiche e medievali. Questa città, come le città antiche, è stata demolita, ricostruita, demolita e ricostruita. Conosciuta e fiorente come un’importante città all’incrocio della Grande Via della Seta, importante per sempre.

 

Nel 2007 Tashkent è stata dichiarata Centro di Cultura Islamica. Ciò è dovuto al fatto che la città ha molti edifici storici islamici e l’Università islamica di Tashkent e l’Istituto islamico di Tashkent intitolato all’Imam Bukhari si trovano in questa città e la storia culturale della città è collegata alle tradizioni islamiche. Oggi, il famoso complesso Hasti Imam a Tashkent è uno dei luoghi preferiti dai turisti locali e stranieri, e il monumento architettonico (XVI-XX secolo) si forma intorno alla tomba del famoso Imam Abu Bakr Muhammad ibn Ali Ismail al-Qaffol Shashi.

Il cimitero e il complesso architettonico che lo circonda prendono il nome dall’Imam. È in questo complesso che è conservato il sacro manoscritto “Il Corano di Osman“, scritto direttamente durante il regno del Califfo Osman (644-656) * (ce ne sono 5 copie disponibili oggi, una delle quali è in Uzbekistan).

Questo è il motivo per cui tutti i turisti visitano questo complesso per vedere e visitare il sacro manoscritto, che è conosciuto e popolare nel mondo musulmano.

È uno dei più grandi snodi industriali e di trasporto e centri culturali dell’Asia centrale. Oggi, Tashkent è una delle più grandi megalopoli dell’Asia centrale, diventando rapidamente uno dei centri degli affari moderni e internazionali. Oggi, Tashkent è un moderno e grande centro industriale, con la maggior parte delle aziende manifatturiere del paese situate in città, dall’abbigliamento e l’elettronica alla produzione di aeromobili. Il capitale rappresenta circa il 30% della produzione del paese.

Tashkent è anche il centro politico della Repubblica dell’Uzbekistan. Qui si trovano la residenza del Presidente della Repubblica, l’Oliy Majlis della Repubblica dell’Uzbekistan, il Gabinetto dei Ministri, nonché i centri dei movimenti sociali e dei partiti e altre organizzazioni pubbliche, ambasciate straniere, agenzie delle Nazioni Unite e altre organizzazioni internazionali, dipartimenti centrali di organizzazioni governative e non governative. situato proprio qui. Inoltre, la città ha le istituzioni mediche più grandi e moderne, più di 30 istituti di istruzione superiore statali e stranieri. A differenza di altre città, la capitale Tashkent ha molti bellissimi e lussuosi teatri, parchi, arene sportive di lusso e luoghi di intrattenimento, nonché le moschee più maestose del paese. Tashkent è anche famosa per la sua metropolitana. In particolare, la metropolitana di Tashkent è una delle più belle metropolitane del mondo con la sua bellezza, lusso, decorazioni, attirando turisti da tutto il mondo.

Oggi ci sono circa un centinaio di musei in Uzbekistan, metà dei quali si trovano nella capitale. Ognuno di loro riflette il ricco patrimonio culturale del popolo uzbeko. Nel centro della capitale si trova il Museo statale di storia dei Temuridi, la cui enorme cupola blu ricorda l’antica cupola di Samarcanda. Le sue mostre testimoniano la formazione di forme statali medievali nel territorio dell’Uzbekistan e riflettono lo sviluppo della scienza, della cultura e dell’arte durante il regno di Amir Temur.